header

Cabral Amílcar

Nato nel 1924 in Guinea Bissau da genitori capoverdiani, fu agronomo, intellettuale, poeta, rivoluzionario, organizzatore politico, indipendentista e diplomatico: uno dei più noti leader anticoloniali di tutta l’Africa. Educato al liceo Gil Eanes di Mindelo, nell’isola di São Vicente di Capo Verde, studiò poi all’Instituto Superior de Agronomia di Lisbona, dove iniziò a fondare movimenti studenteschi di opposizione all’occupazione coloniale portoghese. Tornato in Africa nel 1950, fondò nel 1956 il PAIGC/Partido Africano da Independência da Guiné e Cabo Verde, e fu tra i fondatori del MPLA/Movimento Popular de Libertação de Angola, insieme all’amico poeta Agostinho Neto. Dal 1963 al 1973 – anno in cui venne assassinato a Conakry, in Repubblica di Guinea – guidò la guerriglia contro i coloni portoghesi. Per il suo ruolo riconosciuto a livello internazionale, nel 1968 parlò alla Commissione dei Diritti Umani dell’ONU, e il 1° luglio 1970 venne ricevuto da Papa Paolo VI.

In questi libri

Eventi

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter:
Potrai cancellare la tua iscrizione in qualsiasi momento cliccando sull'apposito link presente in ogni nostra newsletter.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.