header

I GIRASOLI DI LILIAM

Presentazioni
I_GIRASOLI_DI_LILIAM2
Data: 28 Giugno 2019 16:45

Luogo: Casa del Quartiere  |  Città: Torino, Italia

Venerdì 28 giugno, al Migranti Film Festival 2019, presso la Casa del Quartiere di Torino alle 16.45, nell'ambito della presentazione del programma di RAI3 Radici con il conduttore-autore Davide Demichelis, parlerà la cake designer brasiliana Liliam Altuntas protagonista di una delle puntate. Liliam racconterà la sua storia e presenterà il libro I GIRASOLI DI LILIAM. I GIRASOLI sono alla quarta uscita piemontese, tutti eventi che hanno richiamato pubblico e suscitato interesse nei media. E' opera di Teresa Giulia Canòne che – laureata in Psicologia, da sempre molto attenta alle tematiche femminili – ha raccolto e trascritto con grande sensibilità il racconto di Liliam.

IL LIBRO – Il sottotitolo è esplicito: La storia vera di Liliam Altuntas: da bambina schiava sessuale in Brasile al grande sogno realizzato in Italia. La strada fin da quando aveva sei anni, questa la vita di Liliam una volta uscita dalla favela di Recife. Con lei orde di bambini abbandonati a se stessi, vittime di polizia e affaristi criminali che li vendono per l’espianto di organi e per turismo sessuale. Condizioni drammatiche che Liliam ha vissuto ed ha voluto far conoscere per onorare la memoria dei suoi compagni, spesso uccisi prima di diventare adulti. Nella speranza che qualcosa prima o poi possa metter fine a questa mattanza.

 

Telefono
338.3733845
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Luogo
Via Oddino Morgari, 14
10125 Torino TO, Italia

 

Google Maps


Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter:
Potrai cancellare la tua iscrizione in qualsiasi momento cliccando sull'apposito link presente in ogni nostra newsletter.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.